Recensione Alimentatore Corsair RM1000x 80Plus Gold: look rinnovato, stessa qualit | Web Agency Brescia
12133
post-template-default,single,single-post,postid-12133,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-13.3,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive

Recensione Alimentatore Corsair RM1000x 80Plus Gold: look rinnovato, stessa qualit

Recensione Alimentatore Corsair RM1000x 80Plus Gold: look rinnovato, stessa qualit

Recensione Alimentatore Corsair RM1000x 80Plus Gold: look rinnovato, stessa qualit


Torniamo ad occuparci di alimentatori con una panoramica sul nuovo Corsair RM1000x, un prodotto che rientra nella rinomata serie RMx di Corsair, aggiornata dall’azienda per questo 2021 con interessanti novità. La linea Corsair RMx non si discosta molto dalla nota RMi, fatta eccezione per la possibilità di gestire questi ultimi anche via software grazie alla presenza di un circuito digitale; ricordiamo invece che al vertice dell’offerta del produttore californiano troviamo i famosi Corsair AXi che già avevamo apprezzato negli anni scorsi quando questo tipo di funzionalità era del tutto nuova.

Gli alimentatori Corsair RMx offrono sostanzialmente la stessa qualità e prestazioni degli RMi, risultando un’opzione più economica proprio per la mancanza della gestione digitale, sicuramente non indispensabile per la maggior parte degli utenti. A distanza di tre anni dall’ultimo aggiornamento, queste unità di alimentazione vengono riproposte con alcuni miglioramenti che riguardano soprattutto la ventola, mantenendo invece il cablaggio completamente modulare, design con singola linea da +12V, elevata efficienza e modalità Zero RPM.

Recensione Alimentatore Corsair RM1000x 80Plus Gold: look rinnovato, stessa qualit

CARATTERISTICHE, CONFEZIONE E CABLAGGIO

Come anticipato in apertura, Corsair propone quello che possiamo definire un vero restyling; la sostanza relativa alle prestazioni e alla qualità del prodotto non cambia rispetto ai precedenti modelli, mentre c’è da sottolineare il prezzo decisamente aggressivo con il quale il produttore propone per esempio questa variante da RM1000x da 1000W, ossia 171,90 euro di listino.

La serie Corsair RMx prevede sei modelli, rispettivamente con potenze di 550, 650, 750, 850 e 1000 watt, tutti con certificazione di efficienza 80Plus Gold; l’esemplare che abbiamo avuto in prova rappresenta quindi il top di gamma, un alimentatore capace tra l’altro di erogare tutta la potenza sulla linea dei +12V, davvero niente male. Se a questo aggiungiamo la certificazione 80Plus Gold, la proposta di Corsair sembra avere attualmente poche alternative valide sul mercato se prendiamo in considerazione questo taglio di potenza e la classe 80Plus Gold.

Recensione Alimentatore Corsair RM1000x 80Plus Gold: look rinnovato, stessa qualit
Recensione Alimentatore Corsair RM1000x 80Plus Gold: look rinnovato, stessa qualit Recensione Alimentatore Corsair RM1000x 80Plus Gold: look rinnovato, stessa qualit

Come da tradizione il Corsair RM1000x viene proposto in una confezione curata e molto robusta, il bundle è completo e come facilmente si può intuire dalle immagini troviamo in dotazione numerosi connettori di alimentazione. Va citata la presenza di ben 3 connettori EPS 8pin per la CPU, una scelta alquanto anomala visto che al momento non ci sono motherboard dotate di tre connettori EPS, almeno se guardiamo al mercato consumer.

Recensione Alimentatore Corsair RM1000x 80Plus Gold: look rinnovato, stessa qualit

Oltre al cavo di alimentazione di rete, alle fascette e alle viti per l’installazione sul case, Corsair fornisce ben 13 cavi modulari (compreso l’ATX 24 pin); nel dettaglio:

  • 1x ATX 24pin (610mm)
  • 3x EPS 8pin (650mm)
  • 3x PCI-E 8/6 pin (750mm) – 6 connettori (3×2)
  • 2x SATA (850mm) – 8 connettori (2×4)
  • 2x SATA (750mm) – 6 connettori (2×3)
  • 2x Molex 4pin (750mm) – 8 connettori (2×4)

I cavi risultano di buona fattura e con una lunghezza ottimale per adattarsi a diverse tipologie di setup; a questo proposito segnaliamo anche che i cavi EPS 8pin e i cavi PCI-E integrano dei condensatori in-line per contenere al meglio il ripple, una scelta che sotto il profilo estetico potrebbe non essere gradita a tutti. Prima di analizzare ulteriormente le caratteristiche del Corsair RM1000x, vediamone però la scheda tecnica completa:

Corsair RM1000x 1000W – CARATTERISTICHE TECNICHE

  • AC Input
    • Tensione 100/240V
    • Corrente 12A-6A
    • Frequenza 47-63 Hz
  • DC Output
    • Output massimo 1000W
    • +12V: 83,3A (Max) – 999,6W
    • +5V: 20A – 150W (combinati con +3.3V)
    • +3.3V: 20A – 150W (Conbinati con +5V)
    • -12V: 0,3A – 3,6W
    • -5VSB: 3A – 15W
  • Cablaggio 100% modulare
  • Temperatura d’esercizio 50 °C a pieno carico (1000W)
  • Ventola Corsair NR140ML (140mm) a lievitazione magnetica
  • Modalità ventola Zero RPM
  • Protezioni
    • Over Voltage Protection
    • Over Power Protection
    • Over Current Protection (+12V)
    • Over Temperature Protection
    • Short Circuit Protection
    • Under Voltage Protection
  • Supporta EPS 2.92, ATX 2.52, Alternative Sleep Mode e Microsoft Modern Standby
  • Efficienza 80Plus Gold, Cybenetics Gold, Cybenetics A- (rumorosità 25-30 dBA)
  • Condensatori Giapponesi di qualità industriale con rating 105 °C
  • Dimensioni 180x150x86mm
  • Garanzia 10 anni
Recensione Alimentatore Corsair RM1000x 80Plus Gold: look rinnovato, stessa qualit

Per i meno esperti in fatto di alimentatori la scheda tecnica ci dice che questa unità può operare alla sua massima capacità entro una soglia di 50° C, caratteristica che denota senza dubbio una piattaforma efficiente, ma che può contare su buona componentistica ed elevata capacità di dissipazione del calore.

Il Corsair RM1000r abbraccia lo standard ATX 2.52 che, tra le varie caratteristiche, implica un’efficienza di almeno 65-70% con carichi minimi (2%); in aggiunta troviamo anche l’Alternate Sleep Mode e un supporto ottimizzato al Modern Standby (S0), funzionalità introdotta su Windows ormai da qualche anno e che permette di mantenere attive alcune funzionalità (di background) anche quando il sistema è in standby.

A bordo sono presenti tutte le protezioni che ci aspettiamo da un alimentatore di qualità (sovratensione, cortocircuito ecc), mentre la certificazione 80Plus Gold garantisce un’efficienza del 92% sotto carichi medi e dell’89% a pieno carico. In sostanza questo alimentatore sembra avere tutto al posto giusto, ma prima di poter tirare le somme diamo uno sguardo più approfondito alla piattaforma del nuovo RM1000x.

ANALISI, IMPRESSIONI E PRESTAZIONI


Recensione Alimentatore Corsair RM1000x 80Plus Gold: look rinnovato, stessa qualit

La proposta di Corsair sulla carta è decisamente allettante, offre praticamente tutto quello che cerchiamo su un top di gamma a un ottimo prezzo ma, allo stesso tempo, senza sacrificare la qualità costruttiva e dei componenti. Questo alimentatore è prodotto dall’OEM CWT (Channel Well Technology) – così come gli altri modelli della serie – riprendendo come già anticipato le qualità apprezzate sulla linea Corsair RMi. Siamo di fronte a un alimentatore con topologia LLC a risonanza e conversione DC-DC che utilizza componenti ad alta qualità; a bordo troviamo infatti condensatori Nippon Chemi-Con da 105°C, che rappresentano il top e risultano tra l’altro abbastanza costosi.

Recensione Alimentatore Corsair RM1000x 80Plus Gold: look rinnovato, stessa qualit

Una delle novità più importanti introdotte da Corsair sulla rinnovata linea RMx è sicuramente la ventola a lievitazione magnetica NR140ML da 140mm. Si tratta di una scelta che permette di abbattere la rumorosità, garantendo migliori prestazioni e affidabilità nel tempo.

Corsair implementa la modalità Zero RPM, una soluzione che in pratica attiva la ventola solo quando il carico sulla PSU raggiunge il 40%, nel nostro caso parliamo di 400 watt. Corsair RM1000r quindi è un alimentatore semipassivo, decisamente silenzioso fino a quando non raggiungiamo carichi importanti; durante il nostro test abbiamo iniziato a sentire la ventola quando il carico applicato si avvicinava ai 700W. Portando al massimo il carico invece la ventola sale molto di regime e dalle nostre misure ha toccato anche i 35 dB, valore comunque accettabile se pensiamo che l’unità deve operare entro i 50 °C anche quando eroga 1000W. In linea di massima riteniamo questo alimentatore silenzioso in quanto nella maggior parte del tempo di utilizzo è risultato poco udibile anche con carichi medio/alti.

Non abbiamo condotto test approfonditi sul ripple o sul crossloading, tuttavia prima di congedare il Corsair RM1000x abbiamo verificato quantomeno la regolazione di tensione sulle linee principali e i valori di efficienza con diversi livelli di carico, il tutto per confermare o meno i dati forniti dall’azienda.

Recensione Alimentatore Corsair RM1000x 80Plus Gold: look rinnovato, stessa qualit
Recensione Alimentatore Corsair RM1000x 80Plus Gold: look rinnovato, stessa qualit

Per verificare il comportamento del Corsair abbiamo utilizzato un carico elettronico che, nelle varie misurazioni, ci ha confermato effettivamente che l’RM1000x rispetta i valori dichiarati dal produttore. I due grafici mostrano l’ottima regolazione della tensione dell’unità e l’alto grado di efficienza che, a medio carico, supera anche la specifica 80Plus Gold toccando punte del 93%; nel nostro breve test abbiamo anche cercato di portare “alla corda” l’alimentatore che, a circa 1100W di carico, ha restituito un’efficienza dell’89%.

CONSIDERAZIONI FINALI


Recensione Alimentatore Corsair RM1000x 80Plus Gold: look rinnovato, stessa qualit

Corsair RM1000x si è dimostrato un alimentatore decisamente valido, sia sotto il profilo della qualità costruttiva che sotto quello prestazionale. L’unità proposta da Corsair può contare su un’ottima regolazione della tensione anche quando il carico sulle linee inizia a diventare impegnativo, mantenendo al tempo stesso un grado di efficienza che conferma pienamente le specifiche 80Plus Gold, facendo addirittura meglio quando parliamo di carichi medi.

La qualità della componentistica e l’assemblaggio, così come il bundle, sono quelli a cui Corsair ha abituato i suoi clienti ormai da anni; da questo punto di vista, riproporre una soluzione prodotta da CWT non poteva che confermare quanto di buono si era visto sulla precedente generazione.

Corsair RM1000x però si migliora ulteriormente, offrendo supporto per lo standard ATX 2.52 e, cosa più importante, un sistema di dissipazione rivisitato con la ventola a lievitazione magnetica NR140ML; questa soluzione si è dimostrata decisamente efficiente e silenziosa, facendosi sentire solo quando abbia cercato di “tirare fuori” tutti i watt dalla PSU (circa 35 dBA a 1000W). Come già anticipato sopra, riteniamo l’RM1000x un alimentatore silenzioso che merita la certificazione Cybenetics A-, ossia una rumorosità media nell’ordine dei 25-30 dBA.

Un cenno anche all’ottima dotazione di cavi modulari, di buona fattura e con condensatori in-line che, anche se esteticamente potrebbero non piacere a tutti, garantiscono ulteriore soppressione del ripple; il tutto si sposa infne con un design piuttosto compatto e una garanzia Corsair estesa a 10 anni. Il prezzo (circa 170/180 euro) è sicuramente l’ultimo punto a favore di questo alimentatore che, almeno nella fascia dei 1000 watt con certificazione 80Plus, ha veramente pochi avversari.

No Comments

Post A Comment